Caracreatura (meno sei…)

pino-roveredo-piccolo.jpg

 

 

 

Dalla quarta di copertina:
“Sono stremata, caracreatura, ho
consumato i muscoli, e ora mi rimane solo
la forza di alzare un brindisi alla vita, e di
ringraziare per i quarantasei anni di gioia e
i quattromila anni d’inferno che mi è stato
concesso di vivere. Ho avuto tanto, ho dato
tutto…”

Evelina, Luciana, Olga, Cecilia, Gabriella, Marina, Adriana,
madrePina, Liliana, Angela, Daniela, Ileana, Monica,
Elisabetta, Paola, Clara, Ariella, Alida, Carmen, Irene,
Barbara, Anna, Loredana, Rita, Maria, Valentina, Laura,
Bruna, Serafina, Lucia, Nicoletta, Cristiana, Michela, Loretta,
Stefania, Rossella, Margherita, Susanna, Jenny, Alenka, Anna,
Chiara, Mariangela, Gioia, Alessandra, Lia, Fulvia, Ingrid,
Marisa, Francesca, Grazia, Anita, Valeria, Elsa, Sonia, Elena,
Silvia, Eleonora, Tiziana, Federica, Ornella, Giuliana, Franca,
Giovanna, Marianna, Renata, Luisa, Tania, Cristina, Gianna,
Simonetta, Giorgina, Astrid, Teresa, Merletta, Vesna, Stella,
Donatella, Roberta, Beatrice, Graziella, Nives, Cinzia, Luigina,
Nevenka, Amalia, Viviana……

 

 

 

Una lettera a Pino Roveredo.

Una anticipazione, in video.

On Line, da martedì 5 giugno, ore 19.00, su FuoriTesto

un’intervista a Pino Roveredo

5 pensieri su “Caracreatura (meno sei…)

  1. Raffaele Abbate

    non è uno spam … voglio farmi conoscere ma in maniera mirata…
    un marketing fai da te
    con chi ho in comune un certo sentire e l’amore per il raccontare

    ciancio alle bande che va anche bene

    Ho pubblicato il mio secondo libro, stavolta un romanzo, il primo erano racconti
    il titolo : La tana del salmone…

    Chi l’ha letto l’ha trovato interessante
    ecco un estratto di recensione webbica:..
    ..di LDO
    http://lontanodagliocchi.p2pforum.it/?p=2715

    “Il romanzo lo leggi e lo vedi.
    L’Autore, è riuscito a creare un set cinematografico. Allestimenti, personaggi e messinscene. Violente e senza sentimento. Consumate e bruciate. Al ritmo della stessa velocità quotidiana.

    Non c’è traccia di buona umanità.
    Anche i ricordi dolci dell’infanzia, devono fare i conti con il sopruso, la violenza della storia.”

    Rispondi
  2. remly

    volevo solo avvisarti che se carichi immagini di grandi dimensioni, mentre sul blog vengono ridimensionate correttamente, visualizzando i post tramite rss, per esempio con Google Reader, ci si ritrova con l’immagine enorme di dimensioni originali ed è impossibile visualizzarla correttamente

    saluti

    Rispondi
  3. Pingback: Caracreatura (meno tre) « a vànvera

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...