Piccolo spazio:Pubblicità

fuoritesto.jpg

FuoriTesto # 5 è on line, qui: http://www.rvnet.eu/.

Il libro di cui blablo stavolta è :

Dieci (possibili) ragioni della tristezza del pensiero (Garzanti, 2007, 87 p., 11 €)

steiner-2007.jpeg

E questa è la quarta di copertina:


“Se i nostri processi di pensiero fossero meno urgenti, meno vividi, meno ipnotici (come negli accessi di masturbazione e nei sogni ad occhi aperti), le nostre costanti disillusioni, la grigia massa di nausea nascosta nel cuore dell’essere, sarebbero meno invalidanti. I crolli mentali, le evasioni patologiche nell’irrealtà, l’inerzia del malessere mentale potrebbero essere, essenzialmente, tattiche contro la disillusione, contro l’acido della speranza frustrata. Le correlazioni fallite tra il pensiero e la sua realizzazione, tra ciò che abbiamo concepito e le realtà dell’esperienza, sono tali che non potremmo vivere senza speranza – Coleridge: “ Il lavoro senza speranza spilla nettare in un setaccio, / e speranza senza oggetto non può vivere ” – né superare il lutto, la beffa che accompagna le speranze tradite. “Sperare contro ogni speranza” è un’espressione forte, ma che riconosce, in definitiva, la rovina che il pensiero getta sulla conseguenza ”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...