Altro che multi skating, è di Attenzione che abbiamo disperato bisogno.

Qui la mia lettera a Fluido https://baotzebao.wordpress.com/2007/04/05/robin-good-lo-sceriffo-tombolini-e-il-caso-simplicissimus-troppo/#comments , che contiene anche ciò che penso sui lettori elettronici di Antonio Tombolini.

La pubblico anche qui nel tentativo di avere commenti e opinioni sulla faccenda “Attenzione vs. Dis-Attenzione”, che a me sembra centrale.

Un contributo recuperato dalla rete, solo apparentemente fuori tema, è infine qui: http://www.mosaico-cem.it/article.php?section=mondo&id=28 .

Questo è tutto fino a martedì 10 aprile, alle 20.00 del quale sarà on line, su rvnet.eu, una puntata di FuoriTesto in parte dedicata al “futuro del libro” ( http://www.rvnet.eu/ )

Buone Giornate.

Questo post è dedicato a Sergio Fiandra, che nasceva oggi, ottantaquattro anni fa.

Un pensiero su “Altro che multi skating, è di Attenzione che abbiamo disperato bisogno.

  1. Romina

    L’articolo di Ugo Volli è disarmante, soprattutto la frase finale ( che prende in prestito da Tacito ): ” Hanno fatto il deserto e l’hanno chiamato pace “.
    Dante confinava gli ignavi, che non sapevano schierarsi quindi non sapevano usare le parole, nel peggior non- girone infernale.
    Sarebbe ababstanza pienotto il non- girone, di questi tempi.
    Ammesso che non sia già qui, il non- girone.

    Grazie per il link di mosaico-cem!

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...